-->

Cosa vedere alle Seychelles

 

Seychelles: autentico paradiso naturale, dove le palme della Vallèe de Mai a Praslin e le tartarughe dell'isola di Curieuse vivono da secoli  Spiagge da sogno, parchi nazionali intatti, la capitale più piccola del mondo, Victoria:  l'atmosfera che si respira esplorando le Seychelles, scandita dai ritmi lenti del suo amabile popolo, è tutt'altro rispetto a quella dipinta dai cataloghi dei tour operator e dei lussuosi resort. La realtà è che queste isole offrono un contatto intenso con la natura e la sua gente, dando l'impressione di trovarsi tutt'altro che in un luogo turistico, ma ci si sente fin da subito immersi in quest'aria strana e rilassata offerta da questo posto straordinario. La Digue ne è la prova indiscussa: in questa piccola isola che sembra disegnata per i turisti, con i suoi angoli paradisiaci ed incantevoli , ciò che colpisce maggiormente non sono le sue spiagge più famose, ma la sensazione di vivere, per qualche giorno, in un mondo completamente diverso dalle nostre abitudini e dai nostri ritmi: addio automobili e tecnologie, qui si gira solo in bici ed i suoi abitanti superano di gran lunga il numero di turisti. 

 

Seychelles guida turistica

IN QUESTO ARTICOLO: Vallèe de Mài e Coco de Mer - Riserva delle tartarughe (Curieuse Island) - Villaggio di La Passe - Chemin Sans Souci e Parco Nazionale Morne - Fabbrica del thè - Trekking tra Danzil e Anse Major - La Digue - Victoria - ristorante Casadani


1) Vallèe de Mài e Coco de Mer (Praslin)

HOTEL CONSIGLIATO: EXOTIC GUEST HOUSE   

 

Il coco de mer  il frutto più grande del mondo, è il simbolo indiscusso delle isole Seychelles. L'enorme palma cresce spontaneamente solo in due luoghi: l'isola di Curieuse e la Vallèe de Mài, nel cuore dell'isola di Praslin, riserva protetta ed inserita nel Patrimonio dell'Umanità. Qui le palme raggiungono l altezza di 30 metri, con foglie che possono superare i 14 metri di diametro e si possono ammirare i tipici frutti che stuzzicano la fantasia: il frutto femmina somiglia terribilmente al bacino femminile, mentre il frutto maschio non poteva che somigliare a...beh, guardate le foto! Tutti i frutti sono minuziosamente etichettati e numerati e la loro vendita severamente controllata.

Informazioni pratiche: il costo d’ingresso alla riserva naturale è da capogiro: 20 euro a persona! Sono disponibili tre differenti circuiti di durata differente, per percorrere quello medio è necessaria circa un’ora. 

Vallèe de Mài e Coco de Mer (Praslin) Vallèe de Mài e Coco de Mer (Praslin) Vallèe de Mài e Coco de Mer (Praslin) Vallèe de Mài e Coco de Mer (Praslin)



2) Riserva delle tartarughe (Curieuse Island)

La famosissima isola delle tartarughe, Curoieuse Island, si trova di fronte a Praslin ed è facilmente raggiungibile. Questo è l'unico luogo al mondo, insieme alle Galapagos, dove queste enormi e simpaticissime tartarughe vivono in libertà. Per visitare la riserva è necessario pagare una tassa di ingresso, 200 rupie a persona (bambini gratis), che include una breve spiegazione da parte dei rangers e la visita all'asilo dei piccoli esemplari appena nati.

Informazioni pratiche: barca per 3 persone da Anse Possession 40 euro, va contrattata direttamente con i pescatori del posto.

Riserva delle tartarughe (Curieuse Island) Riserva delle tartarughe (Curieuse Island) Riserva delle tartarughe (Curieuse Island) Riserva delle tartarughe (Curieuse Island)

 


3) Villaggio di La Passe  (La Digue)

HOTEL CONSIGLIATO: VERONIC GUEST HOUSE   

 

La Digue ha un'atmosfera magica ed il suo piccolo villaggio ne è l'essenza. I ritmi quotidiani scorrono lenti e tranquilli, qui non circolano auto ma l'unico mezzo di trasporto sono le biciclette, anche se negli ultimi anni iniziano a vedersi un paio di taxi, due pulmini degli hotels, polizia e ambulanza. La Passe è attraversata da una sola strada, tra palme e scorci del mare, dove si svolgono le attività principali: il pescato del giorno arriva la mattina al porto, prima dei traghetti dei turisti, i bimbi vanno a scuola allegri e ti salutano sorridendo, qualche negozietto, piccoli market e ristoranti sulla spiaggia. La domenica eccoli tutti nell'unica chiesa dell'isola. L'aria spensierata strega il visitatore, una tranquillità per noi ormai inspiegabile. La sera, quando cala il buio, nemmeno un lampione ma solo le luci dei locali: ma non mancano serate di festa, quando gli abitanti si radunano per celebrare qualche avvenimento.

Villaggio di La Passe (La Digue) Villaggio di La Passe (La Digue) Villaggio di La Passe (La Digue) Villaggio di La Passe (La Digue)

 


4) Chemin Sans Souci e Parco Nazionale Morne (Mahè)

HOTEL CONSIGLIATO: CAPTAIN'S VILLA   

 

Tra le strette e tortuose strade che tagliano in due la parte nord di Mahè, senza dubbio a Sans Souci è quella più spettacolare. Mentre si percorrono le salite e le curve all'interno del Parco Nazionale Morne sembra di essere all'interno di una foresta incantata, un patrimonio naturale sorprendente. Si può lasciare l'auto a Mission, dove si trovano le rovine di un'antica missione, e percorrere un breve sentiero che conduce ad un belvedere naturale con una vista che lascia senza fiato: una panchina isolata sul belvedere invoglia ad uno scatto decisamente suggestivo: da un lato, le montagne ricoperte da una fitta giungla tropicale, dall'altro la splendida costa ovest, un susseguirsi di spiagge stupende lambite dall'Oceano Indiano.

Chemin Sans Souci e Parco Nazionale Morne (Mahè) Chemin Sans Souci e Parco Nazionale Morne (Mahè) Chemin Sans Souci e Parco Nazionale Morne (Mahè) Chemin Sans Souci e Parco Nazionale Morne (Mahè) 

 


5) Fabbrica del thè (Mahè)

Percorrendo Sans Souci Road, poco prima di arrivare a Port Launay, si incontra una piccola e caratteristica fabbrica del tè, l'unica dell'isola. E' possibile partecipare ad un breve tour guidato che illustra tutte le fasi della lavorazione del tè, con macchinari tutt'altro che all'avanguardia che hanno visto trascorrere decenni: dall'essicazione delle foglie al confezionamento delle classiche bustine. Al termine, è possibile degustare qualche gustosa miscela nella caffetteria adiacente, oppure acquistare un souvenir nella piccola bottega.  

Informazioni pratiche:  la visita guidata costa poco meno di 2 euro, tutti i giorni lavorativi, disponibile in francese o inglese.

Fabbrica del thè (Mahè) Fabbrica del thè (Mahè) Fabbrica del thè (Mahè) Fabbrica del thè (Mahè)

 


6) Trekking tra Danzil e Anse Major (Mahè)

Una delle più belle e facili camminate di Mahè è il percorso che parte da Danzil, costa nord nei pressi di Beau Vallon, e la caratteristica spiaggia isolatissima di Anse Major. Si può lasciare l'auto a Danzil e procedere lungo il sentiero, sempre a picco sul mare, che in alcuni tratti si addentra nella foresta e circondati da enormi massi granitici. Il percorso, non particolarmente faticoso, richiede circa un'ora.

Informazioni pratiche:  ad Anse Major troverete un ragazzo che parla molto bene l'italiano e vi offrirà di rientrare con la sua barca, al costo di 10 euro a persona (anche fino a Bel Ombre o Beau Vallon). Vi raccoglierà qualche cocco e ve lo preparerà pronto da gustare.

Trekking tra Danzil e Anse Major (Mahè) Trekking tra Danzil e Anse Major (Mahè) Trekking tra Danzil e Anse Major (Mahè) Trekking tra Danzil e Anse Major (Mahè)

 


7) Pedalare a La Digue

HOTEL CONSIGLIATO: VERONIC GUEST HOUSE   

 

Salite e discese vertiginose, immerse nella fitta vegetazione tropicale, scorsi da sogno e spiagge fantastiche. L'unico mezzo disponibile a La Digue è la bicicletta e la meta finale va...sudata! Le più belle ciclabili da percorrere sono quelle tra a Passe e Grand Anse e tra La Passe e Anse Banane, sul versante orientale dell'isola. Entrambe prevedono ripide salite, alcune da percorrere a piedi per i meno allenati (come me...). La costa est di La Digue, battuta dai venti e dalle onde per buona parte dell'anno, offre piccole spiagge protette dalla barriera corallina e angoli suggestivi tutti da scoprire. Si parte da Anse Severe e si arriva subito ad Anse Patates, una piccola caletta da sfruttare con la bassa marea. La strada diventa in parte sterrata e sabbiosa e costeggia Anse Gaulettes, poco indicata per la balneazione, ma con viste panoramiche sulle isole di Gran Seur e Felicitè. Lo sterrato non completa il periplo dell'isola ma si interrompe nella piccola Anse Banane, sabbia bianca, palme, fondale corallino. Da qui, proseguendo a piedi, si può raggiungere il sud dell'isola con Anse Cocos. Per una sosta rigenerante, si trovano due chioschi dove gustare uno squisito frullato di frutta tropicale ed un fresco cocco

Pedalare a La Digue Pedalare a La Digue Pedalare a La Digue Pedalare a La Digue

 


8) Una passeggiata a Victoria (Mahè)

HOTEL CONSIGLIATO: CAPTAIN'S VILLA   

 

Victoria è la capitale più piccola del mondo e si visita facilmente in un paio d'ore. Si può iniziare dal lungomare, con piccoli negozi d'artigianato inseriti in casette di legno. La strada principale raggiunge il cuore della cittadina, dove si trova l'animato mercato, tra banchi di pesce fresco ricoperto da mosche, frutta e verdura (cara) e souvenir. Girato l'angolo si trova il caratteristico tempio Indù (aperto la mattina e verso il tardo pomeriggio) e la piccola chiesa, fino ad arrivare alla torre dell orologio. Fuori dal centro, raggiungibile a piedi, si può visitare il giardino botanico, anche qui Coco de Mer e tartarughe giganti, ma non nel loro ambiente naturale.

Victoria (Mahè) Victoria (Mahè) Victoria (Mahè) Victoria (Mahè) Victoria (Mahè) tempio indù Victoria (Mahè) tempio indù           

 


9) Cena al Casadani (Mahè)

Se alloggiate a Mahè, in particolare nei pressi di Beau Vallon, non perdetevi una cena in questo piccolo albergo familiare situato a Bel Ombre. Il ricco buffet (costo 20 euro a persona), propone una miriade di specialità a base di pesce, cucinato in tutti i modi immaginabili: al cocco, al pomodoro, alla griglia, fritto, al forno, al vapore. Inoltre, è possibile ordinare direttamente al barbecue il vostro pesce preferito, bistecche di tonno, branzino, squalo e vela. Si trova anche la pasta e ottimi dolci casalinghi.

 

E' stata utile questa pagina?

Prenota il tuo hotel con BOOKING.COM da qui con le migliori tariffe garantite

 


 


Visualizza Seychelles Luoghi in una mappa di dimensioni maggiori

 

Le migliori spiagge delle Seychelles

 


IL DIARIO DI VIAGGIO DI GREG Dreams and Travel

Nessun commento:

Posta un commento