-->

cosa vedere a Efeso e Pamukkale

Guida turistica Efeso e Pamukkale


EFESO

Il sito archeologico di Efeso, con la splendida Biblioteca di Celso, è il più visitato della Turchia ed è considerato tra i meglio conservati del Mediterraneo. Nato come importante centro religioso, divenne in seguito la capitale dell’Asia Minore, distinguendosi per la sua raffinatezza e per la bellezza dei suoi templi. La ricchezza di Efeso fu in parte dovuta al suo sbocco sul mare, ma il progressivo insabbiamento della costa portò ad un lento declino della città. Ora Efeso dista parecchi chilometri dal mare.

Informazioni pratiche: ingresso 25 lire turche. Avete mai visto le foto sul web con i monumenti strapieni di gente fino all’inverosimile? Volete gustarvi il sito in parziale tranquillità? Ecco il consiglio: Efeso ha due ingressi, uno inferiore ed uno superiore. I gruppi turistici arrivano a partire dalle 9 entrando dall’ingresso superiore. Presentatevi invece all’ingresso inferiore  prima delle 9 e dirigetevi immediatamente alla Biblioteca di Celso, quindi percorrete in salita la via Sacra. Visitare Efeso la mattina presto è consigliabile anche per evitare la grande calura estiva. La vicina Selcuq è la base ideale per una visita ad Efeso, con numerose strutture ricettive decisamente economiche.


Prenota su BOOKING.COM direttamente da qui e vinci voucher da 100 euro per volare gratis: REGOLAMENTO

1) Via Sacra

La Via Sacra si trova immediatamente dopo li’ingresso inferiore e collega l’Anfiteatro con la Porta di Augusto. Gran parte della Via Sacra è affiancata dall’Agorà, che oggi si presenta come un grande spazio vuoto ma che nell’antichità ospitava il mercato ed era il centro commerciale della città. E’ sicuramente la parte meno spettacolare di Efeso. La pavimentazione è completamente in marmo.


2) Biblioteca di Celso

Simbolo di Efeso per eccellenza, la Biblioteca di Celso è uno dei monumenti più affascinanti del mondo ed è stata edificata dal figlio di Celso nel 114. Grandiosità, eleganza e raffinatezza si fondono delicatamente creando un effetto senza eguali. Nell’antichità la biblioteca custodiva12.000 rotoli che erano collocati nelle numerosi nicchie nelle pareti. Dall’ingresso sud si accede alla Biblioteca passando per l’imponente Porta di Augusto che collega con l’Agorà.

 


3) Grande Teatro

Il maestoso teatro di Efeso, costruito nel I secolo dai romani, poteva contenere fino a 25.000 spettatori ed era uno dei più grandi del mondo antico. La particolarità di questo teatro è data dall’inclinazione delle file, per permettere una visuale completa ed una acustica perfetta.


4) Via dei Cureti

Un altro ambiente di grande impatto visivo a Efeso è costituito dalla Via dei Cureti che collega la Porta di Adriano con la Porta di Ercole, sulla sommità del sito. A circa metà del percorso la vista sulla Biblioteca di Celso è spettacolare. Partendo dal basso si incontra il grandioso Tempio di Adriano, risalente al I secolo e costruito in stile corinzio. Poco oltre sulla destra troverete l’ingresso per le Case a Terrazza, famose per gli splendidi mosaici ed il cui accesso prevede il pagamento di un importo aggiuntivo. Superata la porta di Ercole si accede alla parte superiore di Efeso dove si trovano l’Odeon e l’ingresso sud.

 


PAMUKKALE

Rinomata fin dall’epoca romana per via delle sue acque termali curative, Pamukkale custodisce due luoghi assolutamente imperdibili in un viaggio in Turchia: in particolare le Vasche di Travertino lasciano senza fiato per la loro spettacolarità, mentre i resti della civiltà romana si possono scoprire visitando l’antica Hierapolis. La moderna cittadina di Pamukkale si è sviluppata attorno alle sue meraviglie ed offre numerose pensioni economiche e caratteristici ristorantini dove assaporare le specialità della cucina turca.

Informazioni pratiche: ingresso 20 lire turche valido sia per le Vasche di Travertino che per Hierapolis. Consiglio vivamente di evitare una visita affrettata a Pamukkale con un’escursione in giornata ma di prevedere un pernottamento in loco, per poter visitare il sito negli orari migliori che offrono la luce più suggestiva: l’alba ed il tramonto. Iniziate la visita dopo le 4 nel pomeriggio, i gruppi turistici se ne saranno già andati ed avrete tutto il tempo per visitare le vasche ed il sito archeologico. Purtroppo il biglietto di ingresso è valido solo nella stessa giornata, pertanto non è possibile ad esempio visitare le vasche la sera e Hierapolis la mattina seguente.

 

1)Vasche di Travertino

Le Vasche di Travertino restano tra i luoghi che non dimenticherò mai: il loro candore abbagliante che contrasta fortemente con il blu terso del cielo è uno spettacolo a cielo aperto, le piscine naturali di un azzurro intenso sono l’ideale per qualche momento di relax e la sensazione di camminare a piedi nudi su queste rocce straordinarie, con l’acqua calda che scorre tra i piedi è davvero irripetibile. Le formazioni di travertino si sono formate grazie all’azione erosiva delle calde acque termali che, raffreddandosi, hanno depositato sedimenti di calcio. Oggi il sito è stato inserito Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Consiglio di partire dalla biglietteria a sud ai piedi delle vasche, salire in cima per visitare Hierapolis e poi rilassarsi in qualche vasca in attesa del tramonto. Portate una borsa per le scarpe, che vanno tolte sulle vasche e rimesse in cima per visitare il sito archeologico.

  

 


2) Hierapolis

L’antica Hierapolis non potrà di certo competere con Efeso ma, unita alla visita alle vasche di travertino, renderà la vostra giornata indimenticabile. Situata in cima alle vasche, il sito archeologico si sviluppa lungo l’antica via lunga un chilometro sulla quale si affacciano numerose colonne antiche ed il il Tempio di Apollo. In posizione panoramica si trova il teatro, costruito a ridosso di una collina, che poteva accogliere 10.000 spettatori disposti su 46 file. Nella parte nord di Hierapolis si trova una grande e suggestiva necropoli con tombe ben conservate. Si trova anche un museo (ingresso separato) che custodisce alcuni preziosi ritrovamenti.

 


3) Piscina di Cleopatra

All’ingresso di Hierapolis si trova una piscina davvero particolare e unica nel suo genere, dove è possibile fare un tuffo nelle calde acque termali tra antiche colonne e resti archeologici depositati sul fondo. Senza dover spendere per l’eccessivo costo d’ingresso è possibile visitare gratuitamente il luogo grazie ad una passerella panoramica sopra la vasca, immersa in un giardino tropicale con palme a fiori. Ingresso 30 lire turche.

E' stata utile questa pagina?

Prenota il tuo hotel con BOOKING.COM da qui con le migliori tariffe garantite e vinci voucher da 100 euro per volare gratis: REGOLAMENTO

 

Nessun commento:

Posta un commento