-->
.

Cosa vedere a Bangkok

Bangkok, caotica ma affascinante, disordinata ma con angoli da lasciare senza fiato, rumorosa ma allo stesso tempo silenziosa nei suoi templi. La città degli Angeli, come viene definita, è ricca di contrasti, fatta di baracche accanto a centri commerciali enormi, e dova la vita scorre ancora lentamente sul Chao Praya. Anche se il lato moderno di Bangkok è in continua evoluzione, il suo cuore antico e tradizionale non tramonterà mai.

E' stata utile questa pagina? Clicca sul video in alto per sostenere questo blog...non costa nulla!

Bangkok guida turistica  - To See & Do


Questa breve guida turistica, a differenza di molte che si trovano nel web, è frutto della mia esperienza diretta e si limita a descrivere i principali luoghi da non perdere, oltre a fornire qualche informazione utile ai viaggiatori

 

Visita il mio blog con il diario di viaggio della Thailandia, foto e consigli

1) Palazzo Reale e Wat Phra Kaew

Il Palazzo Reale è sicuramente il simbolo dell'intera Thailandia e la meta più importante della città; l'enorme complesso rappresenta una città nella città, la confusione e l'inquinamento restano al suo esterno. Sembra di entrare in una città fatata, fatta di pagode d'oro, tetti arancioni, cortili, porticati e templi decorati con bellissimi stucchi dorati e affascinanti vetri multicolori. A guardia dei templi si trovano statue enormi e impressionanti. Si tratta veramente di una meraviglia unica al mondo: si accede scalzi per visitare il Wat Phra Kaew, la cappella reale, dove al suo interno viene custodita la statua del Buddha di Smeraldo, la più venerata in Thailandia. Il re stesso, al cambio delle stagioni, provvede a cambiare d'abito alla statua. L’abitazione della famiglia reale non è più qui, ma il palazzo viene utilizzato solo in alcune cerimonie ufficiali.

Informazioni pratiche: aperto dalle 8,30-15,30 – ingresso bath 350. Per arrivare, pier Tha Chang lungo il Chao Praya. Per la visita sono necessari pantaloni lunghi (sono disponibili all’ingresso). .

Wat Phra Kaew Wat Phra Kaew Wat Phra Kaew Wat Phra Kaew Wat Phra Kaew Wat Phra Kaew


2) Wat Pho

Uno dei templi più affascinanti di Bangkok, il Wat Pho occupa una grande superficie non distante dal Palazzo Reale. Noto anche come Tempio del Buddha Sdraiato, in uno degli edifici è collocata una gigantesca e splendida statua lunga 46 metri e alta 15, i cui piedi sono interamente ricoperti di madreperla sui quali sono raffigurate 108 scene buddiste. Il tempio è altresì rinomato per essere stata la prima scuola di massaggio thai e per i bellissimi Phrang, quattro pagode in marmo bianco in stile khmer. 

Informazioni pratiche: ingresso bath 50, si raggiunge a piedi dal pier Tha Thien.

Wat Pho Wat Pho Wat Pho Wat Pho Wat Pho

 


3) Wat Arun

Navigando sul Chao Praya lo sguardo è improvvisamente rapito dal tempio più particolare di Bangkok, il Wat Arun, detto il Tempio dell’Alba. Maestoso e insolito, il tempio svetta nel cielo con le sue guglie in stile khmer, decorate con  con migliaia di pezzi di porcellana cinese scintillante. Le ripide scalinate permettono di accedere alle terrazze superiori, con splendida vista sul fiume.

Informazioni pratiche: per raggiungere il Wat Arun utilizzare il pier Tha Thien, da qui il cross river ferry permette di attraversare il fiume sulla sponda opposta, dove sorge il tempio (4 bath).

Wat Arun Wat Arun Wat Arun Wat Arun

 


4) China Town

La caratteristica China Town è uno dei quartieri più caotici di Bangkok, una fitta rete di vicoli che si diramano come un labirinto, stracolmi di botteghe, negozi, bancarelle dove trovare ogni cosa. La via principale è Sampaeng Lane, parzialmente coperta ed interamente pedonale, mentre le vie laterali si dividono per categoria di prodotti in vendita, quali oro, spezie, tessuti e cianfrusaglie varie. Un frenetico via vai di persone, carretti trainati a mano, uno spaccato di vita che sembra appartenere ad un’altra epoca, in questa affascinante metropoli in continua evoluzione.

Informazioni pratiche: la fermata sul Chao Praya più vicina è Ratchawong Pier.

E' stata utile questa pagina? Clicca sul video in alto per sostenere questo blog...non costa nulla!

China Town China Town China Town

 


5) Wat Benchamabophit

Conosciuto come il Tempio di Marmo, il Wat Benchamabophit è stato costruito nel 1899 interamente con marmo di Carrara. Il tempio è una combinazione tra stili di influenza europea e tradizione religiosa thailandese, con il bot principale che custodisce una statua di Buddha in oro. Dietro al tempio principale sono collocate 50 immagini del Buddha in bronzo in stili differenti

 


6) Chao Praya River Express

Uno dei modi più comodi e suggestivi per spostarsi a Bangkok ed evitare il suo caotico traffico è quello di muoversi direttamente sulle acque del Chao Praya. Grazie al comodo biglietto giornaliero, con il  Chao Praya River Express è possibile utilizzare le imbarcazioni senza limiti per 24 ore e salire e scendere in corrispondenza di qualsiasi Pier, in modo da poter visitare agevolmente tutte le attrazioni del centro storico.

Informazioni pratiche:  il biglietto giornaliero costa 50 bath. Per chi soggiorna nella zona moderna di Siam si consiglia di raggiungere il Pier più vicino con la MRT e di scendere alla stazione Saphan Taksin. Qui si trova il capolinea del Chao Praya River Express, il Pier Taksin Bridge station.

Chao Praya River Express Chao Praya River Express Chao Praya River Express Chao Praya River Express Chao Praya River Express Chao Praya River Express 


7) Wat Traimit

Questo piccolo tempio è particolarmente conosciuto per ospitare la più grande statua in oro massiccio al mondo. Alta 3 metri e pesante oltre 5 tonnellate, la statua rappresenta il Buddha mentre riceve l’illuminazione ed è tra le più venerate del Paese.  Secondo la leggenda la statua risale al periodo di Ayutthaya e fu portata a Bangkok a seguito dell’invasione birmana.

Informazioni pratiche: il tempio è aperto dalle 9 alle 17 e l'ingresso costa 20 bath.

Wat Traimit  

 


8) Chatuchak Market

Chatuchak Market è tra i più grandi mercati del mondo e si tiene durante i weekend in uno spazio coperto di notevoli dimensioni, ospitando circa 15.000 bancarelle che propongono merci provenienti da tutta la Thailandia. Se volete fare acquisti a Bangkok, qui troverete i prezzi più convenienti, poco influenzati dal turismo, e la contrattazione è d’obbligo. La maggior parte delle merci esposte proviene da fabbriche e artigiani locali.

Informazioni pratiche: il mercato è collegato sia con lo skytrain BTS, stazione Mo Chit station, seguire l’uscita n. 1, sia con la MRT fino alla stazione Chatuchak Park. E’ aperto il venerdì dalle 18 alle 24 ed il sabato e domenica dalle 9 alle 18.

Chatuchak Market Chatuchak Market Chatuchak Market

 


9) Casa di Jim Thompson

Circondata dai caratteristici khlong, i canali di Bangkok, la casa di Jim Thompson  è uno splendido edificio in legno tek appartenente al famoso stilista americano che si trasferì nella capitale thailandese negli anni cinquanta. Nell’interno, trasformato in un museo, si può ammirare la pregevole collezione di mobili antichi, sculture, porcellane e ceramiche orientali oltre al lussureggiante giardino.

Informazioni pratiche: fermata BTS National Stadium, aperta dalle 9:00 alle 17:00, ingresso 100 bath.

 


10) Khao San Road

La mecca gastronomica e del divertimento notturno di Bangkok è la vivace Khao San Road, l’ideale per gli appassionati di street food, tra migliaia di insegne luminose e odori forti. Centinaia di bancarelle propongono un’infinità di specialità gastronomiche thai particolarmente economiche, in alternativa sono presenti decine di ristoranti e locali che offrono musica dal vivo. In questa zona si trovano gli alloggi più economici di Bangkok e rappresenta la meta ideale per i viaggiatori “zaino in spalla”. Decisamente più cool della ormai fuori moda Patpong.

 


11) Siam Square

L’anima commerciale e degli affari della Bangkok in continua evoluzione è rappresentata da Siam Square: moderni centri commerciali, giganteschi schermi multimediali, traffico impazzito: questo è il regno della moda giovane e delle boutique più esclusive, un quartiere sempre alla moda ed in perenne trasformazione, l’area più esclusiva della capitale thailandese. Entrate in un centro commerciale e fatevi massacrare con un economico massaggio thai.

Siam Square

 


12) Mercato Galleggiante di Damnoen Saduak

Il Mercato Galleggiante di Damnoen Saduak è situato a circa 100 chilometri da Bangkok e, per quanto ormai turistico, merita senza dubbio di essere visitato. Arrivati a destinazione, ci si imbarca sulle caratteristiche longtail boat per navigare lungo i canali circondati da fitta vegetazione fino a raggiungere il mercato. La prima parte del mercato è molto turistica e si divide tra una parte al coperto e una parte sul fiume. Proseguendo però si raggiunge una zona più pittoresca, dove si svolgono ancora le vere contrattazioni, dove la gente del posto acquista il cibo cucinato direttamente sulle barche, la frutta e altre cose quotidiane. Il tutto è di grande effetto.  

Informazioni pratiche: un servizio bus collega Bangkok con Damnoen Saduak ogni 40 minuti. L’orario migliore per visitare in mercato è tra le 7 e le 10 del mattino.

Damnoen Saduak Damnoen Saduak Damnoen Saduak Damnoen Saduak

 

 


13) Ayutthaya

Ayutthaya fu l'antica capitale del Siam dal 1300 al 1700: in quel tempo era una città prosperosa, ricca di templi costruiti dai vari sovrani che si sono succeduti fino a farla diventare una delle più belle città del sud-est asiatico e una delle più popolose con circa un milione di abitanti. Le rovine sono imponenti e di grande interesse storico e lasciano intravedere quello che doveva essere uno spettacolo unico per quei secoli: ovunque si innalzano torri stile Kmer; con templi raggiungibili salendo ripide scalinate. Tra i resti si trova anche un Buddha sdraiato di dimensioni addirittura superiori a quello di Bangkok nel Wat Pho.

Informazioni pratiche: per raggiungere Ayutthaya da Bangkok è possibile utilizzare il treno dalla stazione Dong Muang (circa 1 ora e mezza) oppure i bus da Mo Chit che partono ogni 20 minuti. Una volta in loco, il consiglio è di prendere il ferry per l’isola, quindi affittare una bicicletta o uno scooter.

Ayutthaya Ayutthaya Ayutthaya Ayutthaya

 


14) Pang Pa In

Pang Pa, una tranquilla località che dista solo una trentina di minuti d'auto da Bangkok, è stata la residenza estiva dei re thailandesi, lontano anni luce dal frastuono della capitale; infatti è un piacere passeggiare nei meravigliosi e curatissimi giardini. Tra laghetti e pagode in stile giapponese sorgono caratteristici tempietti, uno in particolare è molto caratteristico ed è il più fotografato in Thailandia. Da visitare il palazzo reale in stile cinese con la sala del trono.

Informazioni pratiche: Pang Pa è situato nella provincia di Ayutthaya, se organizzate un’escursione con mezzi propri potete abbinare la visita del palazzo con quella dell’antica capitale del Siam.

E' stata utile questa pagina? Clicca sul video in alto per sostenere questo blog...non costa nulla!

Pang Pa In Pang Pa In

 


Le migliori spiagge della Thailandia

 

 
Visualizza Bangkok in una mappa di dimensioni maggiori

 


LEGGI IL DIARIO DI VIAGGIO DI GREG SU Dreams and Travel

Nessun commento:

Posta un commento