-->

Cosa vedere a Bagan

La guida turistica completa dei templi di Bagan

IN QUESTO ARTICOLO: Ananda Patho - Dhammayangyi - Sulamani - Shew San Daw - Buledi - Pyathada - Thabeik Hmauk - Shwegugyi - Bu Phaya - Shwe Zi Gone


HOTEL CONSIGLIATO: AMAZING BAGAN RESORT  


Prenota il tuo hotel con BOOKING.COM da qui con le migliori tariffe garantite e vinci voucher da 100 euro per volare gratis: REGOLAMENTO

 

1) Ananda Patho

Il tempio più famoso della piana svetta nel cuore di Old Bagan con il suo bellissimo pinnacolo dorato alto 52 metri e rappresenta il punto di orientamento principale durante la visita dei templi. Ottimamente conservato, l’Ananda Patho è stato costruito da re Kyanzittha tra il periodo antico e quello medio di Bagan. L’ingresso principale è ubicato sul lato nord, sormontato da uno stupa, e l’atmosfera è resa successiva dalla processioni dei monaci che intonano canzoni religiose. Le terrazze esterne sono finemente decorate con splendide scene buddiste mentre all’interno colpiscono per la loro imponenza le quattro statue del Buddha alte 10 metri.

 

 


2) Dhammayangyi

Il cosiddetto tempio della Sfortuna è probabilmente il più spettacolare come forma e dimensione ed è visibile dalla sommità di quasi tutti i templi di Bagan. La sua forma ricorda una piramide atzeca, con le varie terrazze monumentali che si susseguono fino alla cima. E’ il tempio più massiccio con una base che si estende per 77 metri su ciascun lato. L’interno, a differenza della sua spettacolare forma, è piuttosto spoglio e trascurato e non offre particolari attrattive, anche se la porta d’accesso ed i corridoi sono davvero impressionanti.

 


3) Sulamani

Il magnifico Sulamani è uno dei templi più famosi e spettacolari di Bagan, situato nel mezzo di una campagna verdissima (anche durante la stagione secca) e circondato da alcuni tra i templi più grandiosi della zona. L’orario migliore per una visita al Sulamani è la mattina (prima delle 9), momento in cui il tempio non è ancora preso d’assalto dai gruppi turistici ed il sole è nella posizione migliore per scattare splendide fotografie sulla facciata principale e sul vicino Dhammayangyi. L’edificio, circondato da imponenti mura, è costituito da due piani con struttura in muratura (quello superiore non è accessibile) con interni raffinati e ricchi di elementi decorativi ancora perfettamente intatti, tra i più pregevoli di tutta Bagan, con numerose nicchie che custodiscono i Buddha. E’ stato costruito nel 1181 da Re Narapatisithue nel tardo periodo e le varie terrazze creano l’effetto di una struttura a forma piramidale.

 


4) Shew San Daw

Famosissimo al tramonto, momento in cui viene preso d’assalto dei numerosi gruppi turistici che salgono le ripide scalinate per assicurarsi un posto in prima fila per ammirare lo spettacolo del sole che illumina con i suoi ultimi raggi la piana di Bagan, lo Shew San Daw rimane praticamente deserto per buona parte della giornata. Il mio consiglio è pertanto quello di visitarlo nelle ore centrali del giorno e di cercare un punto alternativo per ammirare il tramonto;  molto probabilmente sarete gli unici ad arrampicarvi fino alla cima, che vi premierà con il panorama più spettacolare tra quelli offerti dai templi di Bagan, spaziando su tutta la zona archeologica, con migliaia di stupa che si innalzano nella verdissima pianura.  La Pagoda del tramonto, come viene denominata la Shew San Daw, è una struttura a forma di piramide con cinque terrazze dominate dallo stupa centrale, fatta costruire da Re Anawrahta nel 1057 ed è il primo edificio di Bagan ad essere costruito con le scalinate.

 


5) Minochantha – (Buledi)

Considerato che la maggior parte dei turisti presenti a Bagan si dirige verso il Shew San Daw per assistere al tramonto, è necessario ricercare qualche altro sito alternativo per assistere al momento più magico della giornata senza essere circondati da centinaia di persone: la nostra scelta, più che indovinata, ci ha condotto al Buledi. Questo tempio offre una terrazza panoramica più bassa rispetto al “tempio del tramonto”, ma offre comunque una vista che spazia su tutta la piana di Bagan, inclusi i famosi Ananda e Dhammayangyi. Un momento indimenticabile che dovrete condividere con un piccolo gruppo di persone solamente. Prima del tramonto è possibile visitare l’interno che comprende un santuario in legno con un imponente stupa. Il tempio si raggiunge in circa 10 minuti di calesse da Old Bagan, procuratevi un pila perché dopo il tramonto la scala che raggiunge la piattaforma panoramica è completamente al buio.

        

 


6) Pyathada

Stufi delle folle di visitatori e dei venditori che vi aspettano all’entrata dei templi ma volete provare l’ebbrezza di esplorare un posto sentendovi un po’ Indiana Jones? Il Pyathada è il luogo che fa per voi: tralasciato dai gruppi organizzati, il tempio resta deserto per quasi tutto il giorno, circondato dalla folta vegetazione e regala ancora un pizzico di avventura salendo per le precarie scalinate che conducono all’immensa terrazza, con una spettacolare vista sul Sulamani e gli altri templi circostanti. Il momento migliore per la visita è durante la prima mattinata, orario in cui la posizione del sole offre la luce migliore per le fotografie, oppure al tramonto per godere il calare del sole in solitudine, rispetto ai templi più famosi. La terrazza al piano superiore è la più grande di tutta Bagan, la scalinata è piuttosto buia e una pila rende più agevole la salita. Un posto da non perdere!

        

 


7) Thabeik Hmauk

Il piccolo Thabeik Hmauk è un altro tra i templi meno visitati dai gruppi turistici, pur regalando una delle migliori viste di tutta Bagan: è infatti posizionato proprio di fronte al grandioso tempio di Sulamani, offrendo un panorama davvero grandioso. E’ possibile salire alle terrazze esterne percorrendo alcuni strettissimi corridoi e ripide scalinate piuttosto buie (portatevi una pila). Al piano superiore è possibile ammirare la sala di meditazione con alcune belle nicchie contenenti i buddha. I corridoi con le pareti color ocra creano uno scenario suggestivo che, unito all’assenza di visitatori, regala momenti indimenticabili.

 


8) Shwegugyi

Il tempio Shwegugyi è situato a poca distanza dal Thabyinyu ed è stranamente uno dei templi meno visitati da parte dei gruppi turistici; questo consente una visita tranquilla e piacevolissima, senza il classico assalto da parte dei venditori ambulanti. La particolarità più interessante del Shwegugyi è la possibilità di salire sulla terrazza superiore, che offre una vista unica sull’intera Old Bagan e sul fiume Ayeyarwady, con la massiccia mole del Thabyinyu in primo piano. L’accesso alla scalinata che consente di accedere al piano superiore non è immediatamente visibile, ma senza dubbio troverete qualche ragazzino locale che vi farà da guida per pochi spiccioli.  Il nome significa Grande grotta dorata ed appartiene al periodo medio di Bagan, lo stile ricorda decisamente il tempio Ananda, costruito su scala ridotta. Gli interni, piuttosto bui, custodiscono preziose lastre in pietra che descrivono la storia dell’edificio ed un Buddha in legno tek ma il fiore all’occhiello resta la terrazza superiore, l’unica accessibile all’interno delle mura di Old Bagan.

 

 


9) Bu Phaya

Situato all’estremità nord occidentale di Old Bagan, il Bu Phaya è il tempio più originale della zona: sorge direttamente sulle rive del fiume Ayeyarwady e si caratterizza per il suo stravagante stupa cilindrico dorato somigliante ad una zucca, affiancato da una piccola sala preghiera e circondato da un’ampia terrazza. Molto probabilmente si tratta del più antico tempio di Bagan e fu costruito contemporaneamente alle mura di Old Bagan, anche le origini restano incerte. Il tempio ha subito gravi danni per via di un violento terremoto e la doratura dello stupa è piuttosto recente. La vista dal Bu Phaya è spettacolare e spazia dal fiume alle montagne circostanti. Il modo migliore per raggiungerlo è senza dubbio la bicicletta, con una rilassante pedata tra la storia racchiusa tra le mura di Old Bagan.

 

 


10) Shwe Zi Gone

La Shwe Zi Gone è situata nei pressi della località di Nyaung U e si discosta totalmente dallo stile dei templi di Bagan, sia per architettura che per posizione. Nonostante venga descritta come bellissima e imponente, devo ammettere che personalmente non mi ha destato una grande impressione, sarà forse per il fatto che, dopo aver visitato la splendida Swedagon, questo tempio non può reggere il confronto. Lo zedi dorato svetta al centro del complesso religioso, circondato da tre terrazze dove, in corrispondenza dei punti cardinali, si trovano statue di Buddha in bronzo alte  4 metri. Se vi trovato a Old Bagan, forse il modo migliore per raggiungere Shwe Zi Gone è in bicicletta, ma la pedalata non è breve. In calesse occorrerebbe molto tempo mentre fate attenzione al taxi, cercate di spuntare un buon prezzo perché per 10 minuti di strada per tratta rischiereste di spendere di più che per una mezza giornata di tour di Bagan in calesse. Abbiamo visitato il luogo di giorno ma forse la vista più suggestiva è la sera, quando lo zedi dorato viene illuminato.

 

E' stata utile questa pagina?

Prenota il tuo hotel con BOOKING.COM da qui con le migliori tariffe garantite e vinci voucher da 100 euro per volare gratis: REGOLAMENTO

 


 

Vai ai luoghi da vedere in Myanmar

Nessun commento:

Posta un commento