-->

Provenza: Arles, la porta d'ingresso alla Camargue

  Provenza   


HOTEL CONSIGLIATO: Hôtel Du Cloître   

 

Arles, la porta d'ingresso alla Camargue

Arles rappresenta il capoluogo della Camargue ed è famosa per due motivi: per le tracce del suo passato romano e per aver ispirato alcuni tra i più famosi quadri di Van Gogh. La centrale Plaze de la République è il punto di partenza per la visita della cittadina: qui si trovano l’Hotel de Ville (il municipio) e la chiesa principale, Eglise St-Trophime, una chiesa romanica affiancata dal notevole chiostro (ingresso a pagamento).

Arles

Les Arénes è il monumento romano più celebre e meglio conservato di Arles: l’imponente anfiteatro misura 136 metri per 107 e poteva accogliere fino a 21.000 spettatori. Oggi è utilizzato per le corride provenzali non cruente.  Nelle vicinanze si trova il Theatre Antique, un anfiteatro da 12.000 spettatori che è tuttora utilizzato per spettacolari teatrali e concerti. Il museo più importante della città è il Musée Réattu (chiuso il lunedì), che custodisce opere dell’omonimo artista contemporaneo in un antico monastero restaurato in modo pregevole, oltre ad opere di artisti provenzali e due dipinti di Picasso. Grazie ad un oposculo distribuito dall’ufficio del turismo, è possibile ripercorrere i luoghi che hanno ispirato i dipinti di Van Gogh.

La Fondation Vincent Van Gogh ospita opere di artisti moderni che si ispirano allo stile del celebre pittore.

Arles

Informazioni utili: presso l’ufficio del turismo è particolarmente conveniente l’acquisto del Pass Liberté (€ 9, gratuito fino a 18 anni), che permette di accedere a 4 distinti monumenti più un museo a scelta.

E' stata utile questa pagina?

Prenota il tuo hotel con BOOKING.COM da qui con le migliori tariffe garantite

 

Arles Arles Arles Arles

 


  Provenza   

 

Provenza guida turistica

IN QUESTE PAGINE: Avignone - Aix-en-Provence -  Cassis e le Calanques - ArlesCamargue - Luberon e Colorado Provenzale - Martigues- L’Isle-sur-la-Sorgue e Vaucluse - Gole del Verdon

 

 

Nessun commento:

Posta un commento