-->

Cosa vedere ad Avignone, gioiello medievale della Provenza

  Provenza   


HOTEL CONSIGLIATO: BEST WESTERN DU LAVARIN   

 

Cosa vedere ad Avignone, gioiello medievale della Provenza

Avignone, definita la “città dei papi”, è splendidamente affacciata sul Rodano, circondata da bastioni e da un’imponente cinta muraria e dominata dal Palazzo dei Papi, il più grandioso palazzo gotico d’Europa, che fu la residenza dei pontefici per quasi un secolo. Avignone, da sola, giustifica un viaggio nella pittoresca regione della Vaucluse, per vivere un’indimenticabile esperienza attraverso un salto indietro nel tempo. Il caratteristico centro storico si sviluppa attorno a deliziose piazzette dalle quali si diramano viuzze tortuose e ricche di fascino, oltre a splendidi giardini che regalano vedute incantate.

Avignone e il Rodano

Il Palazzo dei Papi

Il principale motivo che ha reso famosa Avignone nel mondo è lo splendido Palazzo dei Papi, autentico gioiello medievale ricco di storia e di fascino e classificato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. La fortezza fu fatta edificare da Benedetto XII e Clemente VI ed è possibile rivivere i fasti dell’epoca grazie ad una interessante visita attraverso sale di ricevimento abbellite da preziosi affreschi, chiostri, cortili e cappelle.

Avignone

Da sottolineare il prezioso sistema di audio guide multimediali in dotazione (€ 2) sincronizzate con diversi filmati che, oltre a fornire un quadro storico ed artistico, illustrano le curiose scene quotidiane dell’epoca, i vizi e le abitudini dei pontefici, gli sfarzosi banchetti e le ricostruzioni degli ambienti così come apparivano nel XIV secolo. Perdetevi tra gli affascinanti racconti immaginando le sontuose sale e l’opulenta vita di corte.

Ingresso: € 13,50 biglietto cumulativo con il Ponte St Bénezet. La visita seguendo il percorso indicato dall’audio guida dura circa 2,5/3 ore. Per evitare le file, consigliato l’acquisto online su: http://www.palais-des-papes.com/fr/content/palais-pont

Avignone, Palazzo dei Papi

Ponte St Bénezet

Il celebre Ponte di Avignone, reso famoso dalla canzone Sur le pont d’Avignon, sorge in posizione suggestiva sul Rodano e rappresentava l’unico modo per attraversare il fiume, costituendo un indispensabile crocevia per il commercio e per i pellegrini. Il Ponte St Bénezet fu edificato nel 1185 ed è stato ricostruito più volte a causa delle inondazioni; l’ultima piena del XVII ne distrusse oltre la metà ed ora restano solo quattro pittoresche arcate ancora percorribili. Bellissima la vista sui bastioni e sul Palazzo dal punto più estremo del ponte. L’ingresso è a pagamento e conviene acquistare il biglietto cumulativo con il Palazzo dei Papi.

Avignone, Ponte St Bénezet

Centro storico di Avignone

Lasciate l’auto nei parcheggi del centro (Les Halles o Palais des Papes) o, ancora meglio, in quelli gratuiti periferici che offrono un servizio navetta continuo (des Italianes o Ile Piot)). Iniziate da visita percorrendo la pedonale Rue de la République, ombreggiata da platani, che conduce nella bella ed elegante Piazza dell’Orologio, interamente circondata da cafè e bistrot. Da qui in poco tempo vi troverete nel cuore di Place du Palais, di fronte al maestoso Palazzo dei Papi. Dopo la doverosa visita, salite la scalinata che vi condurrà all’ingresso della Cattedrale Notre-Dame-des-Doms. Per una vista indimenticabile sulla valle del Rodano proseguite salendo verso i giardini di fronte (Rocher des Doms), dove tra l’altro si può godere di una bellissima visuale sul Ponte St Bénezet.

Avignone, Piazza dell’Orologio

Il famoso Ponte di Avignone si raggiunge con una breve discesa tra viuzze piene di boutique di lavanda e di prodotti tipici della Vaucluse. Tornate in centro e percorrete le sue vie più caratteristiche: Rue de la Banasterie, Rue de Marchands, Rue de la Bonneterie dove scoprire i tipici sapori regionali a base di aglio, olio di oliva ed erbe aromatiche ed i piatti più tipici, dalla classica ratatouille alle “papalines”, il tipico dolce di Avignone a base di cioccolato fondente. Per terminare, dirigetevi ad est verso la Rue de Teinturiers, l’antico e affascinante quartiere dei tintori.

Avignone, Cattedrale Notre-Dame-des-Doms

Avignone è anche sinonimo di arte, rappresentando un vero e proprio museo a cielo aperto, ma da scoprire anche negli affascinanti musei: il Musée Calvet si trova in un elegante palazzo privato e custodisce la collezione di Belle Arti di Avignone. Presso il Musée du Petit Palais è possibile ammirare la collezione di dipinti d’arte sacra e di oltre 300 primitivi italiani, con opere di Carpaccio e Botticelli. La Collection Lambert espone invece opere d’arte contemporanea.

Se prevedete di visitare Avignone nel mese di Luglio, non perdetevi il famoso Festival d’Avignon, classico appuntamento annuale delle durata di tre settimane che rappresenta uno dei più importanti festival di arte dello spettacolo del mondo.

HOTEL CONSIGLIATO: BEST WESTERN DU LAVARIN   


Per tutte le struttute disponibili in Provenza potete cercare e prenotare su BOOKING.COM direttamente da qui e vincere voucher da 100 euro per volare gratis: REGOLAMENTO 

 

Avignone

Un particolare ringraziamento all’ufficio del Turismo di Avignone


 

Avignone Avignone Avignone Avignone Avignone Avignone Avignone Avignone

 


  Provenza   

 

Provenza guida turistica

IN QUESTE PAGINE: Avignone - Aix-en-Provence -  Cassis e le Calanques - ArlesCamargue - Luberon e Colorado Provenzale - Martigues- L’Isle-sur-la-Sorgue e Vaucluse - Gole del Verdon

 

Nessun commento:

Posta un commento